La frittura migliore con l’olio extravergine !

Non rinunciare alla qualità. Spedizioni in tutta Italia
1 Aprile 2020

La frittura è un piatto molto amato nel mondo e in Italia. Bisogna saper scegliere l’olio migliore, per dare ai fritti bontà e benefici per la salute. Tutto dipende dal punto di fumo alto.

Quando l’olio raggiunge una certa temperatura, variabile a seconda del tipo di olio,  inizia a bruciare. Raggiunge cioè il suo punto di fumo, e rilascia sostanze tossiche come l’acroleina.

Bisogna quindi usare olio che abbia il punto di fumo alto, ovvero che bruci ad una temperatura più elevata. Lolio di semi, a dispetto di quanto si pensa, non è in grado di sopportare bene il calore della friggitrice o della padella senza essere dannoso per l’organismo.

La soluzione ideale è di friggere con olio di oliva extravergine. Lo dimostrano diverse ricerche scientifiche. Dai risultati emerge che un buon olio extravergine regge le temperature elevate, non si ossida e mantiene inalterate le sue proprietà benefiche. In questo modo si assapora la frittura preferita e si tutela la salute dell’organismo.

L’extravergine, infatti è ricco di polifenoli che combattono i radicali liberi ed è la scelta giusta in cucina anche per le fritture: i suoi acidi grassi sono più stabili rispetto a quelli dell’olio di semi e il punto critico dell’olio di oliva è di 210 gradi centigradi. Considerando che la temperatura ideale per la frittura è di 170/180 gradi, rientra pienamente negli standard richiesti. Inoltre l’olio di oliva, a differenza dell’olio di semi che è raffinato attraverso processi chimici, è un prodotto naturale

 

Alcune semplici raccomandazioni per friggere con l’olio di oliva extravergine per ottenere pietanze succulente per veri intenditori:

  1. usare pentole strette e profonde, le padelle non devono essere troppo larghe, gli alimenti devono essere completamente immersi nell’olio per friggere e controlla che sia caldo;
  2. verificare che il grado di calore dell’olio non superi il punto di fumo, anzi è meglio mantenersi al di sotto della temperatura massima prevista;
  3. sostituire l’olio extravergine di oliva ogni volta che si scurisce, diventa viscoso o produce fumo durante la frittura;
  4. evitare la ricolmatura, l’aggiunta dell’olio nuovo a quello usato;
  5. proteggere l’olio extravergine dalla luce;
  6. asciugare bene gli alimenti prima di metterli nell’olio;
  7. tagliare gli alimenti in modo uniforme per garantire gli stessi tempi di cottura;
  8. non riempire la pentola con troppe pietanze, la temperatura dell’extravergine si abbassa molto;
  9. evitare di mettere il sale e altre spezie durante la cottura. Questi elementi possono alterare l’olio, la soluzione migliore è condire i cibi in seguito;
  10. asciugare gli alimenti con una carta assorbente prima di mangiarli.

 

I prezzi dell’olio di oliva extravergine, risultano certamente più alti rispetto ad altri tipi di olio, ma per la tua famiglia e i tuoi ospiti scegli la qualità.

Sul nostro shop online c’è una vasta selezione di olio extravergine che renderà i tuoi piatti saporiti e speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *